Realtà aumentata

12 febbraio 2017

Differenti punti di vista e d’ascolto per un’esperienza percettiva unica e inedita

CERCHI_ridimens

Nell’ambito della musica classica l’Orchestra della Toscana si è sempre distinta per la sua duttilità e per la capacità di mescolare gli elementi a disposizione.
Con “Realtà aumentata”, progetto realizzato nell’estate 2015, si è pensato di offrire al pubblico un tipo di esperienza sensoriale che cambiasse il tradizionale punto di vista (e soprattutto d’ascolto) del pubblico. Durante tutte le esecuzioni dell’Orchestra, quattro poltrone vengono sistemate sul palco accanto ai Professori, in posti non casuali. Altrettante persone si siedono su di esse per seguire il concerto (o parte di questo) da una posizione diversa e insolita. Lo scopo è quello di inserire lo spettatore in una dimensione percettiva nuova e aggiungere alla realtà già normalmente percepita delle informazioni inedite. I partecipanti si sono detti entusiasti dell’esperienza vissuta: annullando la distanza fisica tra pettatore e musicisti, si è dato vita a nuove sensazioni, dimostrando che basta guardare la realtà abituale sotto un’altra luce per vederla come rivoluzionata e provare un coinvolgimento emotivo differente dal solito.

In questo video il racconto diretto delle impressioni dei primi partecipanti:

Scopri di più -> www.orchestradellatoscana.it/realta-aumentata