Siamo in un quartiere meraviglioso

Il Teatro Verdi si trova in pieno centro città, nel quartiere di Santa Croce. E’ il più grande dei quattro quartieri medievali in cui è divisa Firenze, l’unico che si estende su entrambe le sponde dell’Arno.

Monumento principale è sicuramente la chiesa di Santa Croce con facciata in marmo situata in posizione dominante nell’omonima piazza. All’interno della basilica troviamo tombe di artisti illustri come Nicolò Machiavelli, Vittorio Alfieri, Michelangelo ed il sepolcro di Galileo Galilei. La piazza ha una forma rettangolare ed ogni anno a Giugno ospita il calcio storico fiorentino, forse l’evento più importante di Firenze, dove i calcianti dei 4 quartieri (rappresentati dai colori, rosso Santa Maria Novella, verde San Giovanni, azzurro Santa Croce e bianco Santo Spirito) si sfidano in partite di calcio medievale. La partita più importante fu disputata il 17 febbraio 1530 quando la Repubblica Fiorentina lanciò una sfida all’imperatore Carlo V insediato in città.

Santa Croce è un simbolo prestigioso di Firenze, il luogo di incontro dei più grandi artisti, teologi, religiosi, letterati, umanisti che determinarono, nella buona e nella cattiva sorte, l’identità della città tardo-medievale e rinascimentale.

Di fianco alla chiesa, si trova il monumento in marmo di Dante Alighieri realizzato da Enrico Pazzi nel 1865. Dalla parte opposta è presente una fontana ristrutturazione di Giuseppe Manetti del 1816 di una fontana barocca di Pietro Maria Bardi del 1673.

Proseguendo verso sud, attraversando il fiume troviamo il Forte Belvedere e su un colle dominante il Piazzale Michelangelo.

Nonostante la zona sia molto frequentata da turisti, ha mantenuto ancora il suo profilo originale: passeggiando per le viuzze e le piccole piazze scoprirai piccole botteghe e negozi non turistici e musei minori, nelle dimensioni ma non meno interessanti.

Ad esempio il Museo Horne, il Museo di Storia della Scienza, Casa Buonarroti. Il primo ospita una piccola ma significativa collezione di dipinti, sculture raccolta proprio dal critico d’arte Horne, che visse qui. Il secondo è una specie di tempio dedicato a Galileo Galilei ed espone tra le altre cose, i suoi telescopi e la lente da lui usata per scoprire i più grandi satelliti di Giove. In via Ghibellina, al numero 70, visse per poco tempo Michelangelo Buonarroti. Se vuoi puoi visitarla la mattina per dare un’occhiata anche alla collezione di opere dell’artista che sono state raccolte qui.

Santa Croce è costellata di piccole e graziose vie dove è ancora possibile trovare botteghe artigiane di corniciai, restauratori e antiquari, ma anche ristoranti e trattorie dai menù invitanti e dall’ambiente caratteristico. Alcuni di questi li raccontiamo nella sezione Blog di questo sito.

Cose curiose da vedere | Consigli

Filistrucchi  da 300 anni il trucco e parrucco dello spettacolo fiorentino | Mappa

Gelateria Vivoli E’ ritenuta essere la gelateria più antica della città (fondata nel 1929) | Mappa